Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

CARTA DELLE COLLEZIONI

(2015)

 

 

Presentazione

La Carta delle collezioni indica i criteri che sono stati seguiti nella costruzione, nella gestione e nello sviluppo delle raccolte in sintonia con la finalità della Biblioteca.

 

Finalità

La nuova Biblioteca Cisl, frutto dell’unificazione del materiale librario cartaceo più significativo posseduto dalla biblioteca di Roma e da quella del Centro Studi di Firenze, è la struttura di documentazione che raccoglie, conserva e organizza il patrimonio bibliografico della Cisl dalle origini  sia in formato cartaceo che digitale, a supporto della didattica e della ricerca.

Utenti

La Biblioteca Cisl è una struttura privata, ma aperta al pubblico, secondo un orario, dal lunedì al venerdì su appuntamento per gli utenti esterni. Viene frequentata da:

-          staff docente del C.S. che ricerca materiali per la progettazione dei propri corsi (utenza interna);

-          sindacalisti che frequentano i corsi di formazione e di aggiornamento (utenza esterna-interna);

-          laureandi che cercano documentazione per le tesi (utenza esterna);

-          studiosi del mondo sindacale e del lavoro (utenza esterna).

 

Servizi

- informazione, consulenza bibliografica, assistenza alla ricerca

- consultazione nella sala di lettura

- prestito ( solo per utenti interni)

- stampa fotoriproduzione scannerizzazione secondo la normativa vigente

Iniziative culturali

- seminari annuali di cultura e storiografia sindacale

- incontri di formazione con i sindacalisti su Sapersi documentare;

- promozione e organizzazione di incontri culturali mirati e programmati in sala di lettura

(presentazioni di libri, proiezioni di video, incontri con personaggi autorevoli del sindacato

presentazione storica della biblioteca e del Centro Studi,)

Gestione e sviluppo delle raccolte

La Biblioteca Cisl si può considerare una Biblioteca speciale, per il fatto di essere inserita in un’istituzione di formazione come il Centro Studi Nazionale Cisl e una biblioteca specializzata, in quanto le sue raccolte si identificano con un settore di studi specifico: la Cisl e le sue relazioni socio-economiche.

a) Criteri di selezione

I criteri principali per la selezione e la scelta dei documenti sono:

- interesse sindacale;

- coerenza con le raccolte già presenti in Biblioteca;

- risposta a bisogni espressi dagli utenti interni (staff);

- desiderata degli utenti esterni;

- rilevanza del documento;

- autorità riconosciuta dell’autore;

- costo;

- disponibilità di budget;

- disponibilità di spazio fisico;                                

- prevalenza del documento elettronico sul documento cartaceo.

b) Conservazione, revisione, scarto

Si conservano tutte le pubblicazioni della Cisl, mentre i criteri principali sulla base dei quali si opera lo scarto delle altre collezioni, cercando di conservare l’imparzialità e la documentazione dei diversi punti di vista, sono:

-          disponibilità di spazio, soprattutto riguardo alle riviste in abbonamento:

-          sostituzione di una raccolta cartacea con una elettronica, se questo facilita la conservazione e la consultazione del contenuto (cd, dvd); ciò vale soprattutto per i periodici;

-          eliminazione delle doppie copie;

-          eliminazione delle collane che non siano in armonia con la collezione della Biblioteca;

-          eliminazione dei volumi deteriorati;

-          eliminazione delle opere statistiche superate.

 

Gli omaggi e i doni non sono incoraggiati e non sono conservati se non sono coerenti con le tematiche e la politica generale di sviluppo della raccolta e la disponibilità di spazi.

La donazione più importante è stato il fondo della Scuola Cisl del Mezzogiorno di Taranto acquisito nel 1989.

c) Livelli di copertura

I livelli di copertura indicano, in sintesi, il rapporto tra le acquisizioni della biblioteca e la produzione editoriale nazionale, mediante valori numerici da 1 (livello minimo di base) a 5 (livello specialistico).

I livelli di copertura che la Biblioteca Cisl si propone di offrire ai suoi utenti si posizionano su livelli intermedi nelle varie discipline in cui è specializzata, vale a dire il livello di informazione, di supporto allo studio, mentre si può collocare a un livello 4-5 per quel che riguarda il settore delle pubblicazioni Cisl e del sindacato, cioè il livello di informazione specialistica e di ricerca.

 

d) Fonti

I documenti da acquisire, per la maggior parte in lingua italiana e in una sola copia, vengono selezionati consultando bibliografie, cataloghi editoriali a stampa e in Internet; recensioni, segnalazioni di giornali e di riviste; visione diretta dei documenti in libreria; pagine web, in particolare di istituzioni, enti di ricerca e associazioni.

e) Articolazione delle raccolte

1. libri

2. periodici

3. documenti

4. foto

5. raccolta multimediale

6. fondo 150 ore

7. fondo tesi di laurea

  1. LIBRI

 

La nuova Biblioteca Cisl gestisce una raccolta rappresentativa di volumi, prevalentemente in lingua italiana, dal 1950 ad oggi, in gran parte provenienti dal fondo della Biblioteca del Centro Studi di Firenze, a supporto della documentazione, dell’identità e della memoria storica della Cisl; dell’informazione, della progettazione dei corsi di formazione sindacale, della ricerca e dello studio sui temi sociali e del lavoro.

I volumi sono circa 18.000, metà dei quali ricercabili su catalogo cartaceo e metà on line con il software Easycat sul sito SDIAF: la Biblioteca Cisl è inserita nella “rete documentaria” SDIAF (Sistema Documentario Integrato   dell’Area Fiorentina) al fine di ottenere più visibilità, software gratuito, corsi di formazione, assistenza, catalogazione derivata, accesso a più informazioni e documenti, integrazione con la realtà bibliotecaria e archivistica del territorio.

Collocazione

 

Sala lettura

settore informazione generale (parete nord armadi 1-2-3):

  • enciclopedie, raccolte di economia, enciclopedia di diritto, raccolte di scienze sociali, raccolte di storia, dizionari tematici e linguistici

settore informazione specializzata parete nord (armadi 4-5-6):

   selezione di libri su:

  • sindacato-storia sindacale(codice Dewey 331.88)
  • movimento operaio (codice Dewey 331.8)
  • relazioni industriali-economia del lavoro-mdl-donne e lavoro (codice Dewey 331)
  • educazione-formazione(codice Dewey 370)
  • diritto del lavoro (codice Dewey 340)
  • gestione e organizzazione (codice Dewey 658)
  • sociologia del lavoro (codice Dewey 306)
  • filosofia-psicologia lavoro-etica (codice Dewey 100)
  • narrativa EL(codice Dewey 800)
  • chiesa e lavoro (codice Dewey 200)
  • novità librarie

 

Bunker deposito:

(sotto sala lettura)

Scaffalature a parete:

  • libri, acquisiti negli ultimi 30 anni dalla biblioteca di Fienze (circa 9.000), e collocati per disciplina (Classificazione decimale Dewey da 000 a 900, catalogo in rete)

Scaffalature aperte centrali(2):

  • libri, acquisiti dal 1950 al 1980 dalla biblioteca di Firenze (circa 9.000 volumi collocati per altezza e per numero di catena (codici: G;M;N;P; catalogo cartaceo)
  • libri inventariati non schedati della biblioteca di Firenze
  • 5 scatole di libri donati da controllare
  1. PERIODICI:

La collezione emerografica comprende circa 100 periodici, sindacali e non, metà dei quali in corso (25 in abbonamento), in prevalenza su supporto cartaceo; in digitale solo la raccolta storica delle riviste Cisl):

-          periodici Cisl Confederale cessati (già digitalizzati)

-          periodici Cisl cessati di Enti-Categorie-Territori

-          periodici cessati Fondazioni Cisl (Pastore, Corazzin, Seveso, Bibliolavoro)

-          periodici cessati Cgil-Cisl-Uil

-          periodici del mondo cattolico anni’40-’50

-          periodici in corso su: sindacato, economia, diritto, politiche sociali, organizzazione

-         

Collocazione

 

Le riviste sono collocate nella sala di lettura (armadi sud 7-9) e nelle vetrine del corridoio.

La collezione cartacea dei periodici sindacali e non (circa 10.000 annate) del fondo posseduto dalla Biblioteca del Centro Studi sono conservate in un deposito a Roma per mancanza di spazio a Firenze.

  1. DOCUMENTI

E’ la raccolta delle pubblicazioni Cisl, in gran parte digitalizzata, e costituisce il “ cuore “ della biblioteca:

  • documentazione Cisl Confederale: atti congressi, documenti ufficiali (digitalizzata)
  • opuscoli e collane sindacali a circolazione interna (in gran parte già digitalizzata)
  • pubblicazioni del Centro Studi di Firenze (in gran parte già digitalizzata)
  • documenti Enti-Associazioni Cisl
  • documenti unitari Cgil-Cisl-Uil; documenti congressi Cgil, Uil
  • documenti Federazioni di Categoria e Strutture Territoriali Cisl
  • opuscoli d'interesse anni '50-'80

Collocazione

La documentazione sindacaleè collocata nella sala di lettura (armadi a sud n.10-12) e nelle vetrine del corridoio.

  1. FOTO

 

Il fondo fotografico è costituito da circa 600 foto, in prevalenza in bianco e nero, nella maggior parte relative ai primi 10-15 anni di attività del Centro Studi (1951-1965); esse colgono alcuni frammenti della formazione sindacale: lezioni in aula, lavoro di gruppo, ricerca in biblioteca, tempo libero, seminari, feste di chiusura annuale.

L’archivio delle foto digitali è curato dalla segreteria dei corsi all’Ufficio Editing.

Collocazione

I raccoglitori delle foto in bianco e nero sono collocati in una vetrina nel corridoio (vetr.n.3).

  1. RACCOLTA MULTIMEDIALE

Comprende: audiocassette, videocassette, cd, dvd che contengono principalmente registrazioni di lezioni in aula, interviste, storia sindacale, indici e annate retrospettive di periodici, dvd su tematiche civili e sociali.

Collocazione

 

In sala di lettura: armadio sud n.10.

 

 

  1. FONDO 150ore

 

Sono 11 scatole contenti i faldoni con il materiale relativo alle 150ore provenienti dalla Biblioteca Cisl di Roma, documenti già digitalizzati.

Collocazione

Sono collocati sugli scaffali nel deposito dell’Archivio formazione Cisl del Centro Studi. (padiglione Fanin)

 

 

  1. FONDO TESI DI LAUREA

Sono conservate circa 200 tesi di laurea lasciate da coloro che hanno utilizzato la Biblioteca del Centro Studi e circa 40 che hanno frequentato la Biblioteca di Roma.

Collocazione

Sono collocate su scaffalaturenel cosiddetto anti-bunker, sotto la sala lettura.

 

 

MODALITÀ OPERATIVE

Ogni documento che entra in biblioteca va:

-          inventariato

-          timbrato

-          schedato

-          catalogato

-          classificato

-          soggettato

-          etichettato

-          collocato

 

 

 

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE

 

Il Personale

Il personale della nuova Biblioteca Cisl è composto da 4 persone:

- 2 a Roma (Ivo Camerini e Anna Bianco)

- 2 a Firenze (Mila Scarlatti e Francesco Camerini)

 

Attualmente si prende in considerazione la gestione e l’organizzazione della biblioteca al Centro Studi e l’incremento cartaceo del patrimonio, tralasciando tutta la parte relativa all’Archivio Biblioteca digitale.

Le linee di sviluppo e l’incremento del fondo librario della biblioteca di Firenze (secondo la sua finalità “ offrire un supporto essenziale alle attività formative e culturali svolte dal Centro”)

sono indicate dallo Staff formativo e dal personale della biblioteca, con l’accordo della Segreteria Generale.

 

Criteri delle procedure per l’acquisto dei libri e delle riviste

Tutte le richieste diacquisto documentario per la Biblioteca (libri, riviste, materiale su supporto magnetico ed elettronico) seguono questo iter:

-     segnalazioni al personale della biblioteca di Firenze (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

[all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. rispondono i colleghi romani]

-          valutazione e approvazione delle proposte da parte del Direttore CS

-          invio dell’elenco per la richiesta d’autorizzazione alla Segreteria Generale

-          invio dell’ordine d’acquisto alla libreria

-          intestazione e invio fattura a Cisl - Amministrazione Confederale per il pagamento

 

Software di gestione fondo librario cartaceo

La Biblioteca Cisl è inserita nella “rete documentaria” SDIAF (Sistema Documentario Integrato dell’Area Fiorentina) al fine di ottenere più visibilità, software gratuito, corsi di formazione, assistenza, catalogazione derivata, accesso a più informazioni e documenti, integrazione con la realtà bibliotecaria e archivistica del territorio.

Il software adottato è EasyCat sviluppato dalla società Nexus.

L’adesione alla rete SDIAF, già registrata nel 2008 per la Biblioteca “Mario Romani” del Centro Studi, ha permesso di recuperare e aggiornare, senza costi aggiuntivi, con la nuova versione del software EasyCat, la banca dati della Biblioteca: circa 9000 record che corrispondono al fondo librario della Biblioteca “Mario Romani” attualmente collocata al Centro Studi.

Dal 2015 il costo per l’adesione completa alla rete SDIAF sarà di € 500 all’anno.

Cooperazione

 

La Biblioteca Cisl dovrebbe ritenere di particolare efficacia una politica di concertazione tra le biblioteche sindacali,come Bibliolavoro, Fondazione Giulio Pastore, Fondazione Vera Nocentini) e le biblioteche pubbliche e private del territorio (università, enti, istituzioni culturali) per la conservazione, l’aggiornamento, la consultazione dei documenti e un servizio agli utenti più qualificato.

StampaEmail